DVR

Rischio da Stress Lavoro Correlato

Cosa accade se i tuoi dipendenti sono stressati a causa del loro lavoro?
– Lavorano meno, male e sbagliano di più
– Si ammalano più spesso e la produzione si blocca
– Sono distratti, rischiano incidenti e infortuni…
… E tu ci rimetti!
La produzione rallenta o si blocca…e in più ti trovi a dover gestire tutti i problemi causati da un grave incidente o infortunio che si poteva evitare.

Come possiamo aiutarti?

Facendo una specifica valutazione del rischio da stress lavoro correlato.
Analizziamo il microclimadella tua sede: gli spazi, l’illuminazione, la ventilazione, la temperatura, la pulizia degli ambienti di lavoro. Valutiamo la disposizione dei macchinari, delle attrezzature, la loro qualità e manutenzione. Cerchiamo di capire se in quegli spazi siete in troppi. Valutiamo se i softwareche utilizzate sono idonei, se il carico di lavoroè eccessivo, se in azienda c’è comunicazione fra le persone,se ci sono conflitti e se i dipendenti fanno troppe assenze. Vediamo cosa non funziona e ti aiutiamo a far sì che tutti lavorino più tranquilli.

Chi lavora sereno produce di più!
Scegli di lavorare così anche tu
Contattaci per un preventivo gratuito

Rischio MMC – Rischio da Movimentazione Manuale dei Carichi

Quando sei esposto al rischio MMC?
Sei esposto al rischio MMC quando svolgi attività di trasporto o sostegno di un carico: quando sollevi, sposti, trascini, porti qualcosa manualmente.

Cosa rischi?
Rischi di avere problemi alla colonna vertebrale e alle articolazioni. E non si tratta di un banale mal di schiena! Inoltre potresti ritrovarti con un dolore lancinante alle spalle o alle ginocchia perché a forza di portare pesi le tue articolazioni si sono consumate.

Come possiamo fare per te?
Ti proteggiamo dal rischio MMC facendo una specifica valutazione del rischioe ti aiutiamo ad organizzare e impostare il lavoro in modo più efficiente. In base al tipo di movimentazione che svolgi, faremo l’analisi basandoci su uno fra questi metodi:

Metodo NIOSH, se svolgi attività di sollevamento dei carichi;
Metodo OCRA, se svolgi la movimentazione utilizzando prevalentemente gli arti superiori;
Metodo MAPO, se svolgi movimentazione di pazienti in ospedali e case di cura;
Metodo RULA, se svolgi un lavoro statico e sedentario e dobbiamo valutare la tua postura;
Metodo REBA, se svolgi movimentazione dei carichi presso luoghi di cura e aziende di servizi;
Strain Index, per valutare lo stato delle estremità degli arti superiori;
Snook e Ciriello, se svolgi attività di traino e spinta dei carichi.

E poi ti insegniamo come gestire la movimentazione dei carichi senza danneggiare la tua salute.

Contattaci per un preventivo gratuito

Rischio ROA – Rischio da Esposizione

alle Radiazioni Ottiche Artificiali

Cosa sono le radiazioni ottiche artificiali?
Le radiazioni ottiche artificiali sono tutte le radiazioni elettromagnetiche nella gamma di lunghezza d’onda compresa tra 100  nm e 1 mm: radiazioni ultraviolette, radiazioni visibili e radiazioni infrarosse.

Quali effetti dannosi hanno per la salute?
Se per lavoro sei esposto al rischio ROA, rischio da esposizione a radiazioni ottiche artificiali, rischi problemi alla pelle e agli occhi come: congiuntiviti, cataratte, accecamento, bruciature della retina e della cornea, scottature, tumori alla pelle.

Quando sei esposto al rischio ROA?
Sei esposto al rischio ROA:
– se per lavoro svolgi attività di saldatura;
– se sei assunto presso un’azienda di lavorazione del vetro;
– se lavori a contatto di forni di fusione dei metalli o in una cementeria;
– se lavori in una fonderia o in un’azienda che usa altiforni;
– se lavori in una struttura sanitaria e utilizzi dei laser;
– se utilizzi dei laser per le attività di taglio, incisione, saldatura, marcatura;
– se lavori in una carrozzeria;
– se ti occupi di essiccazione di inchiostri e vernici, di fotoincisione o di sterilizzazione.

Come possiamo aiutarti?
Facendo una specifica valutazione del rischio ROA. Misuriamo l’entità delle radiazioni a cui sei esposto e ti consigliamo quali dpi dispositivi di protezione individuale utilizzareper proteggerti. Insegniamo ai tuoi dipendenti come lavorare in questi casi con uno specifico corso sul rischio da esposizione a radiazioni ottiche artificiali.

Vuoi misurare l’entità delle radiazioni ottiche
artificiali nella tua azienda?
Chiamaci
numero_verde_bianco
O scrivici e ti chiamiamo noi!

Rischio Chimico

Quando sei esposto al rischio chimico?
Sei esposto al rischio chimico se lavori a contatto con elementi o composti chimici pericolosi: sostanze cancerogene, mutagene, corrosive, esplosive, infiammabili, irritanti, comburenti, tossiche e nocive.
Sei esposto al rischio chimico se per lavoro utilizzi vernici, solventi, smalti, colle e abrasivipotenzialmente pericolosi. Sei a rischio se la tua azienda producepolveri di legno e gesso.
Le aziende che sono più esposte al rischio chimico sono:le industrie chimiche, le raffinerie, i laboratori di ricerca clinica  e gli ospedali, le imprese di pulizie e di disinfezione, le imprese edili, le carrozzerie, le vetrerie, i cantieri navali.

Cosa rischi?
Se la tua azienda utilizza elementi o composti chimici senza prevedere dei sistemi di aspirazione centralizzata o senza fornirti gli adeguati dpi dispositivi di protezione individuale, rischi irritazioni alla pelle e ustioni. Se inali queste sostanze e cioè se respiri le poveri e i vapori delle vernici e dei solventi con cui lavori, respiri sostanze davvero dannose per il nostro organismo che possono anche provocare tumori.

Come possiamo aiutarti?
Facendo una specifica valutazione del rischio chimico.
Veniamo a trovarti, facciamo un sopralluogo presso la tua azienda per vedere quali sostanze chimiche utilizzi, con che frequenza, chi le utilizza, in quali attività e mansioni.
Analizziamo le schede di sicurezza dei prodotti chimici per vedere se rispetto alla tua attività sono troppo pericolosi.
Capiamo se i dpi che hai fornito ai tuoi dipendenti sono adeguati o meno.
– Ti consegniamo la relazione sul rischio chimico e ti aiutiamo a realizzare tutte le misure di prevenzione e protezione idonee.
Stabiliamo assieme al Medico Competente un Protocollo Sanitario: stabiliamo quali visite mediche di lavoro devono fare i dipendenti esposti al rischio chimico e con che frequenza. Ci occupiamo noi di tenere il registro degli esposti.

Scegli chi davvero è esperto di rischio chimico!
In 20 anni ne abbiamo viste tante
Contattaci per un preventivo gratuito

Rischio Atex – Rischio da Esposizione alle Atmosfere Esplosive

La tua azienda utilizza sostanze potenzialmente esplosive? 
I tuoi impianti elettrici non sono stati costruiti secondo la Direttiva ATEX?

Allora sei esposto al rischio Atex, il rischio da esposizione alle atmosfere esplosive.
Sei a rischio se la tua aziende utilizza sostanze chimiche infiammabili senza sapere come usarle correttamente.
Sei a rischio se queste sostanze entrano in contatto con una fonte di innesco.
Sei a rischio se entrano in contatto con il tuo impianto elettrico che non è stato progettato secondo la normativa atex, o che magari è un impianto atex ma è guasto.

Quali aziende sono più esposte al rischio da esposizione alle atmosfere esplosive?
– Le aziende del settore chimico e petrolifero;
– le aziende con strutture di stoccaggio di carburante gassoso, liquido, solido o con depositi di gas naturale e GPL;
– le aziende alimentari con stoccaggio e lavorazione di cereali, farine, zucchero;
– le falegnamerie e tutte le aziende di lavorazione del legno;
– le aziende del settore tessile;
– le carrozzerie;
– le industrie metallurgiche;
– le aziende che si occupano di produzione e stoccaggio di vernici e smalti;
– le aziende farmaceutiche;
– le aziende che producono alcolici e le distillerie.

Se la tua azienda esplode, perdi tutto in un istante. Perché rischiare?
Scegli chi sa proteggerti davvero dalle esplosioni!
– Veniamo a trovarti, facciamo un sopralluogo presso la tua azienda per vedere quali sostanze potenzialmente esplosive utilizzi.
Analizziamo le schede di sicurezza dei prodotti chimici per vedere se rispetto alla tua attività sono troppo pericolosi.
Verifichiamo che i tuoi impianti elettrici siano conformi alle normative CEI 31-87, CEI 31-88 e alla Direttiva Atex.
– Verifichiamo che ci siano gli impianti di areazione adeguati, che i macchinari che impiegano le sostanze esplosive non siano nei pressi di prese elettriche e che l’impianto di allarme sia funzionante, ecc… .
Scriviamo il tuo “Documento sulla protezione contro le esplosioni” e ti seguiamo nelle operazioni di adeguamento per consentirti di lavorare in sicurezza.

Non rischiare che il tuo lavoro vada in fumo!
Contattaci per un preventivo gratuito

Rischio CEM – Rischio da Esposizione ai Campi Elettromagnetici

Cosa sono i campi elettromagnetici?
I campi elettromagnetici
sono dei campi di energia generati da impianti, macchinari e attrezzature industriali che generano radiofrequenze, microonde, ELF (radiazioni a frequenze basse), campi elettrici e magnetici statici. I tralicci per la distribuzione di energia elettrica e i ripetitori delle radio FM o i ripetitori televisivi UHF sono fra i maggiori produttori di campi elettromagnetici e se tu ti occupi di manutenzione di questi impianti allora sei davvero molto esposto a questo rischio.

Quali effetti dannosi hanno per la salute?
Gli effetti sulla salutevariano in base all’intensità del campo elettromagnetico a cui sei esposto e alla durata dell’esposizione. Il primo effetto è l’innalzamento della temperatura dei tessuti del corpo che, se eccessivo, porta a stress termico, ustioni e necrosi da radiofrequenze.

Chi è esposto al rischio CEM?
– Gli addetti alla manutenzione delle linee elettriche.
– Gli addetti alla manutenzione di ripetitori delle radio FM e ripetitori televisivi UHF.
– Chi lavora a contatto con riscaldatori industriali a radiofrequenza o microonde impiegati per le attività di disinfezione, precottura, essiccamento di prodotti alimentari.
– Chi lavora a contatto con apparecchiature per il riscaldamento a perdite dielettriche impiegati nelle attività di incollaggio e piegatura del legno e saldatura e stampaggio di opere in plastica PVC, o nelle attività di essiccamento dei tessuti (industria tessile).
– Chi utilizza apparecchiature per il riscaldamento a induzione svolgendo attività di trattamento di materiali metallici e semiconduttori come la saldatura, l’indurimento, la tempera e la fusione.
– Chi lavora nelle strutture sanitarie e utilizza apparecchiature biomediche per svolgere radarterapia, magnetoterapia, marconiterapia, ecc… .

Come possiamo aiutarti?
Facendo una specifica valutazione del rischio CEM. Misuriamo l’entità dei campi elettromagnetici a cui sei esposto, ti supportiamo nella definizione di un nuovo metodo di lavoro per ridurre il rischio e nella scelta di attrezzature che emettono campi elettromagnetici di intensità minore. Ti consigliamo quali dpi dispositivi di protezione individuale utilizzare e come gestire le postazioni di lavoro per essere meno esposto al rischio. Insegniamo ai tuoi dipendenti come lavorare in questi casi con uno specifico corso sul rischio da esposizione a campi elettromagnetici.

Vuoi misurare l’entità dei campi elettromagnetici nella tua azienda?
Chiamaci
numero_verde_bianco
O scrivici e ti chiamiamo noi!

potresti essere interessato anche a….

SICUREZZA LUOGHI LAVORO

PREVENZIONE INCENDI

ISO 9001 – OHSAS 18001

FORMAZIONE SICUREZZA

Scopri i corsi di formazione e aggiornamento di sicurezza sui luoghi di lavoro organizzati dal nostro Studio!

Corsi di sicurezza sul lavoro per dirigenti

Corsi di sicurezza sul lavoro per dirigenti

Corsi di sicurezza sul lavoro per preposti

Corsi di sicurezza sul lavoro per preposti

Corsi rappresentante lavoratori per la sicurezza

 Corsi rappresentante lavoratori per la sicurezza

Corsi di primo soccorso aziendale

 Corsi di primo soccorso aziendale

Corsi prevenzione incendi addetti antincendio

Corsi prevenzione incendi addetti antincendio

Corsi RSPP - Servizio Prevenzione Protezione

Corsi RSPP - Servizio Prevenzione Protezione